News e Progetti

L'accelerazione delle PMI nei social media

L’accelerazione delle PMI nei social media

Le piccole e medie imprese continuano a trainare l’economia italiana. Su questo non c’è dubbio. Ma come si approcciano ai social network?

La ricerca di Linkedin sulle PMI

Secondo una ricerca condotta nel nord America da Linkedin, il social dedicato al settore business, il 94% delle PMI utilizza o ha in mente di utilizzare gli strumenti digitali per sviluppare il proprio marketing o per risolvere problemi legati alla gestione del lavoro. 9 imprese su 10 ammettono di utilizzarli quotidianamente e 3 imprese su 5 li considerano un tassello fondamentale per attirare nuovi clienti. 1 impresa su 2 sfrutta gli strumenti digitali anche per la propria formazione, grazie alla facilità con cui è possibile raggiungere e contattare gli esperti del settore.

Chiaramente l’Italia non è l’America. Qui le cifre sono diverse e il digital divide incombe. Tuttavia la penetrazione dei social è pressochè totale fino ai 25 anni. Tende a scendere con l’avanzare dell’età, ma uno strumento come Linkedin offre una copertura addirittura migliore rispetto a Stati dalla forte vocazione produttiva come la Germania.

Inoltre, è vero che l’America è lontana, ma è altrettanto vero che molte delle tendenze mondiali, hanno inizio nel nuovo contintente e poi arrivano in Europa e in Italia.

Nel 2013 la spesa in comunicazione delle PMI americane è andata in maniera preponderante nell’online:

  • il 73% ha investito in campagne a pagamento sui social.
  • il 72% ha utilizzato l’e-mail marketing.
  • Il 59% ha sponsorizzato eventi.
  • il 57% ha fatto pubblicità online.
  • il 47% ha fatto pubblicità tradizionale.

A fronte di questi investimenti, la quasi totalità del campione ritiene che la pubblicità online sia più efficace per raggiungere i propri obiettivi di marketing: dalla conoscenza del brand, alla capacità di scatenare il passaparola, fino alla facilità di coinvolgere leader di opinione di un deteminato settore.

Ovviamente, si tratta di una ricerca commissionata da un social network – Linkedin – e svolta molto lontano da qui. Ma le tendenze italiane, seppur con numeri differenti, seguono questo andamento di crescita.

Prima di poter raggiungere livelli simili le piccole e medie imprese italiane dovranno superare la diffidenza nei confronti dei mezzi digitali, di cui, paradossalmente, in certi casi faticano a capire il ritorno e la misurabilità. E, cosa non scontata, quando anche questo passo sarà superato, dovranno imparare a seguire i propri social così come curano il proprio negozio.

Linkedin Small Business
Visualizza l’intera immagine: clicca qui.

Siamo costruttori di segni: lasciamo ogni giorno la nostra traccia nel pensiero delle persone. Quale sarà la tua?